Attenzione: dal 1 gennaio 2019 è costituito il Comune di Barberino Tavarnelle (legge regionale 63/2018).

Il nuovo sito è in fase di costruzione, raggiungibile al link http://www.barberinotavarnelle.it.

La pec del nuovo ente è: barberinotavarnelle@postacert.toscana.it

 

Incontro e presentazione libro "L'Italia dei piccoli centri"

Volume monografico della rivista Testimonianze

Il Circolo Ricreativo Culturale La Rampa di Tavarnelle Val di Pesa organizza mercoledì 28 giugno 2017 ore 21:30 nella terrazza del Circolo La Rampa in Piazza Matteotti Tavarnelle Val di Pesa, l'ncontro e presentazione del volume 

"L'Italia dei piccoli centri", volume monografico della rivista Testimonianze

Interverranno Fabio Dei, Antropoligo Università di Pisa - Giacomo Trentanovi, Sindaco di Barberino Val d'Elsa - David Baroncelli, Sindaco di Tavarnelle Val di Pesa - Severino Saccardi, Testimonianze

Un volume, questo di «Testimonianze», completamente monografico, su quell’«Italia minore» fatta di piccoli comuni, borghi storici, ma anche centri abitati anonimi e paesi abbandonati (che talora rinascono a nuova vita), caratterizzato da una riflessione, a più voci, di carattere antropologico, politico-istituzionale, storico e letterario, con uno spazio specifico dedicato ad alcune località o territori (evocati talora con il linguaggio della memoria e del cuore da parte di chi vi è nato, vi ha dimorato o ne ha conoscenza per esperienze di vita o di studio) del Nord, del Centro e del Sud. Ne emerge uno spaccato della realtà dei piccoli centri, in cui vive una fetta cospicua della popolazione italiana, che spesso svolge un’opera di presidio e di cura del territorio e del suo inestimabile patrimonio ambientale ed artistico (un autentico deposito di cultura, di saperi e di tradizioni), ma che soffre le conseguenze della crisi e della disattenzione che talora è riservata ai destini dei territori (pur così importanti) della nostra «provincia». Al centro della riflessione, il tema della necessità di individuare e perseguire strategie di valorizzazione di questo universo variegato, con una «buona politica» e con scelte di gestione e di governo del territorio che, auspicabilmente con la partecipazione delle popolazioni locali, sappiano coniugare modernità e tradizione, rispetto del patrimonio e prospettive di crescita culturale.

Maggiori informazioni sul volume...

 

 

Ultimo aggiornamento: Mer, 19/07/2017 - 15:13